rotate-mobile
Cronaca Torre annunziata

Sparatoria in pescheria, fermato un diciottenne: è accusato di tentato omicidio

Il giovane avrebbe puntato l'arma da fuoco - detenuta illegalmente - verso la pescheria del centro storico di Torre Annunziata dopo una lite per futili motivi di viabilità. Due persone sono ancora in prognosi riservata

Lo scorso 30 dicembre, via Roma di Torre Annunziata fu teatro di un grave episodio criminale, nato da futili motivi di viabilità, culminato con  l’esplosione di colpi di arma da fuoco all’indirizzo di una nota pescheria da parte di un giovane a bordo di un motociclo. Nel corso di tale insano atto furono attinte e ferite due persone, ancora oggi in prognosi riservata.

SPARATORIA IN PESCHERIA

Le indagini,  immediatamente avviate dagli agenti del Commissariato di Polizia di Torre Annunziata, coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Oplontino, hanno consentito di ricostruire l’accaduto ed il presunto responsabile dell’azione delittuosa.

Difatti, i poliziotti del Commissariato Torre Annunziata, poco dopo le 17.00 di ieripomeriggio, hanno dato esecuzione al fermo nei confronti di C.M., diciottenne  di Torre Annunziata gravemente indiziato dei delitti di tentato omicidio, lesione aggravate e porto illegale di arma da fuoco.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparatoria in pescheria, fermato un diciottenne: è accusato di tentato omicidio

NapoliToday è in caricamento