menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Droga con la canna da pesca: condannato calciatore

Pene severe per altri quattro pusher

Sei anni di carcere. È questa la condanna che è stata inflitta al 26enne calciatore della Sarnese accusato di spaccio di sostanze stupefacenti. Con lui sono stati condannate altre quattro persone accusato di essere un gruppo di spacciatori di Torre Annunziata specializzate in quello che venne ribattezzato lo spaccio con la canna da pesca. In sette hanno scelto di essere giudicati con rito abbreviato, accedendo allo sconto di un terzo della pena finale.

Le condanne vanno dai nove anni e quattro mesi, le più gravi, fino a tre anni e quattro mesi, le meno pesanti. Assolte due persone coinvolte nel blitz. Il 26enne calciatore, ex giocatore anche del Savoia, fu il nome più noto dell'operazione che sgominò il gruppo di pusher che avevano una caratteristica: nascondevano la droga all'interno di un edificio abbandonato e la recuperavano con una canna da pesca quando arrivavano i clienti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Attualità

Sorpresa per Serena Rossi a Canzone Segreta: "Non sapevo niente, vi giuro"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento