menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carabinieri

Carabinieri

Spacciava cocaina "senza permesso": O' Palumbo punito dal clan

A Giovanni D'Alpino era stato teso un agguato nella zona delle case nuove nel centro storico di Napoli. Vincenzo Mazzarella accusato di tentato omicidio aggravato da finalità camorristiche

I carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli in collaborazione con i colleghi di Milano hanno notificato un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per tentato omicidio aggravato per finalità camorristiche a Vincenzo Mazzarella, 55 anni, attualmente detenuto, capo dell'omonimo clan camorristico operante a Napoli.

È ritenuto mandante del tentato omicidio di Giovanni D'Alpino, detto « 'O Palumbo», al quale il 25 agosto 2003 era stato teso un agguato nella zona delle «case nuove», nel centro storico di Napoli.

Nel corso delle indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia partenopea, i militari dell'Arma di Napoli hanno accertato che Vincenzo Mazzarella aveva deciso di uccidere D'Alpino per dare un «esempio». Il giovane aveva cominciato a spacciare cocaina senza aver chiesto il permesso al clan, presumibilmente per non dividere con il sodalizio i proventi dell'attività di spaccio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento