menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

AstraZeneca, membro Unità di Crisi: "Sbagliata la sospensione"

Parla Giuseppina Tommasielli, membro dell’Unità di crisi regionale Covid-19

Come è stato ampiamente comunicato la scelta di sospendere in via precauzionale il vaccino AstraZeneca è stata delle autorità sanitarie di 4 Paesi e provoca una grande sfiducia o comunque rallentamento della campagna vaccinale”. Lo ha detto Giuseppina Tommasielli, membro dell’Unità di crisi regionale Covid-19 intervenendo nella trasmissione Barba&Capelli condotta da Corrado Gabriele su Radio Crc Targato Italia.

La dottoressa ha poi proseguito: “Non sono d’accordo con la decisione dell’Aifa e alla luce del rapporto rischio-beneficio avrei sospeso quei lotti su cui va dimostrato il nesso. La scelta di chiudere tutto avrà ricadute pesanti sul clima di fiducia che deve accompagnare la campagna di vaccinazione. Bisogna andare a un sequestro cautelativo dei lotti sospetti e aumentare la sorveglianza di determinate reazioni".

"L’ultima cosa da fare era la sospensione perché quando le Procure iniziano ad arrivare, l’operatore sanitario non si sente garantito mentre abbiamo bisogno di un esercito di operatori. Con la spada di damocle della magistratura rischiamo di pagarla. Serve una regia centrale ma non si possono prendere decisioni improvvide”.

Infine Tommasielli aggiunge: “Siamo rimasti stretti in questa tenaglia. La grande richiesta della cittadinanza per il vaccino rischia di ammazzare la speranza che è necessaria di fronte alla crisi sanitaria ed economica. La sospensione è stata sbagliata, ora ci vorrà un lavoro enorme da parte di tutti per far tornare questo clima di fiducia”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Attualità

La Fontana del Tritone torna a vivere dopo sei anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento