Coronavirus, il sindaco di Somma Vesuviana: "Chiudere confini tra comuni con l'Esercito"

Il primo cittadino Salvatore Di Sarno preoccupato per quanto accaduto a Sant'Anastasia

Esercito (foto Ansa)

“Dopo quanto accaduto a Sant’Anastasia credo sia opportuna la presenza dell’Esercito sul territorio, in particolare di Sant’Anastasia e comuni limitrofi. A Somma Vesuviana situazione sotto controllo con il quarto e quinto caso. Dobbiamo ora chiudere i confini tra paesi e per questo credo che sia necessario avere l’esercito in supporto alle Forze dell’Ordine che stanno facendo un grande lavoro". A dichiararlo è il sindaco di Somma Vesuviana, Salvatore Di Sarno, appresa la notizia dei numerosi casi di Coronavirus a Madonna Dell’Arco, frazione di Sant’Anastasia, comune confinante.

"Ringrazio l’intera popolazione di Somma Vesuviana, ma dobbiamo ulteriormente restringere gli spostamenti”, ha concluso il primo cittadino.

A Somma l'iniziativa del 'pacco sospeso'

“Somma Vesuviana ha il quarto e quinto caso di Coronavirus. Stiamo aspettando i risultati di altri tamponi. Ora si avvicina il momento determinante. Riducete le uscite per andare a fare la spesa, basta una volta ogni 15 giorni. Magari potrete chiamare la Croce Rossa che vi aiuterà a ritirare la spesa. I supermercati stanno per dare vita ad un'iniziativa meravigliosa come 'pacco sospeso', solo ovviamente per chi ha necessità. Tutti noi stiamo facendo la nostra parte. Stiamo vivendo un’emergenza davvero senza precedenti ma dobbiamo restare fermi, lottare, fare sacrifici, essere comunità. Con i supermercati stiamo organizzando un pacco sospeso. Tutti possono lasciare un prodotto comprato da destinare alle famiglie che non possono permettersi di spendere soldi. Ringrazio i consiglieri comunali che stanno dando suggerimenti. Mancano le mascherine e ringrazio quelle imprese che le stanno portando in donazione. State a casa, chi vorrà andare a fare la spesa sarebbe consigliabile lo facesse una volta ogni 15 giorni. La Croce Rossa sta facendo un grande lavoro e sta andando a ritirare la spesa ordinata, soprattutto da chi ha difficoltà a muoversi. Il numero della Croce Rossa al quale rivolgersi per fare la spesa è 3312 339074. Nei negozi chiedo di rispettare tutte le norme di sicurezza, ci saranno i controlli. Siamo popolo, paese, comunità. Ringrazio le scuole, i docenti che immenso lavoro stanno facendo con la didattica a distanza”, ha spiegato il Sindaco Di Sarno. 

Il dramma di Sant'Anastasia

La task force della Regione Campania ha confermato quanto da alcuni giorni si sapeva - e temeva - riguardo una casa di riposo a Sant'Anastasia, ovvero che numerosi ospiti della struttura sono risultati positivi al Coronavirus.

Su 52 ospiti della struttura 32 sono risultati positivi al tampone. Due di questi hanno perso la vita negli ultimi giorni, così come specificato dal priore del Santuario della Madonna dell`Arco, padre Alessio Romano, cui fa capo la struttura. Secondo padre Alessio sarebbero invece negativi i tamponi dei prelati. Sottoposti ad isolamento, oltre che gli ospiti della struttura, anche i dipendenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il santuario è intanto stato chiuso in via precauzionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca rilancia la movida: "Cinema all'aperto e musica nei locali: apriamo tutto"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • Lutto nel mondo della canzone napoletana: addio a Nunzia Marra

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

  • Grave lutto nel mondo dell'imprenditoria: addio al noto designer Roberto Faraone Mennella

  • Report su De Luca e sulla sanità in Campania: "Lo sceriffo si è fermato ad Eboli"

Torna su
NapoliToday è in caricamento