Perde tutto al videopoker e simula una rapina subita: scoperto

Denunciato un 39enne di Arzano per simulazione di reato. Ai carabinieri aveva detto che gli erano stati rubati auto ed effetti personali

Ha speso una discreta somma di denaro per puntarla al videopoker e, per evitare che la famiglia lo scoprisse, ha denunciato ai carabinieri una finta rapina.
Ha 39 anni ed è di Arzano l’uomo denunciato per simulazione di reato dai carabinieri della stazione di Casoria. Il suo racconto ai militari è sembrato subito poco convincente. Era a Napoli - in auto -  e percorreva viale Umberto Maddalena quando sarebbe stato affiancato da due malviventi in moto. Armati di pistola l’avrebbero costretto ad accostare e gli avrebbero portato via un orologio, una collanina, lo smartphone ed il portafogli.

La scoperta 

Insospettiti dall’atteggiamento poco trasparente del 39enne, i militari hanno scoperto che la sua auto – nell’ora in cui lamentava di essere stato rapinato – fosse altrove, in un’altra zona della città di Napoli. Messo alle strette l’uomo ha ceduto e ha raccontato di aver venduto tutto per assecondare la sua ludopatia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 18 al 22 gennaio (giorno per giorno)

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

Torna su
NapoliToday è in caricamento