rotate-mobile
Cronaca Pompei

Crollo domus Trebio Valente, la Soprintendenza smentisce

All'interno della domus che affaccia come la Schola Armaturarum sulla via della Abbondanza sono cominciati da ieri i lavori di consolidamento. "In atto misure di salvaguardia per motivi di prevenzione"

L'ex soprintendente Giuseppe Proietti, oggi a Pompei insieme con gli ispettori dell'Unesco, smentisce la notizia riferita dalla Uil dei beni culturali. "Nessun nuovo crollo a Pompei nella domus di trebio Valente dopo quello dei primi di novembre".

All'interno della domus, che affaccia come la Schola Armaturarum sulla via della Abbondanza, sono cominciati invece da ieri, informa l'archeologo, i lavori di consolidamento. "Ma la situazione all'interno della domus lo posso garantire, non é cambiata dal 6 novembre scorso". Proietti ribadisce anche la particolarità delle condizioni meterologiche: "Nel mese di novembre sono caduti 800 millilitri di pioggia contro la media del mese, che è di 400 millilitri. Mi dicono che non succedeva così da 82 anni".

La Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Napoli e Pompei ha sottolineato in una nota che "nella domus di Trebio Valente sono in atto misure di salvaguardia per motivi di prevenzione e si sta procedendo ad opere di alleggerimento del terrapieno retrostante il triclinio estivo e alla messa in atto di opere di puntellamento precauzionale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo domus Trebio Valente, la Soprintendenza smentisce

NapoliToday è in caricamento