Carcasse animali e oli esausti, dalla ditta esalazioni pestifere per anni

I carabinieri hanno sequestrato l'intera attività di Caivano, addetta alla trasformazione di carcasse animali e allo smaltimento di oli esausti. Locali e automezzi erano lerci

I carabinieri della tenenza di Caivano e personale dell’Arpac hanno sottoposto a sequestro preventivo una ditta che trasforma carcasse animali - non destinate all’alimentazione - e tratta e recupera oli esausti. I militari hanno riscontrato carenze igienico-sanitarie (locali e automezzi lerci), depositi di prodotti della lavorazione ed oli esausti sversati nel piazzale e nei capannoni oltre che scarsa manutenzione degli impianti di depurazione da cui fuoriescono esalazioni nauseanti.

In vista delle prescrizioni da emettere, i carabinieri, delegati dall’Autorità Giudiziaria, hanno proceduto al sequestro dell’intera attività.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Lutto nel mondo del cinema e del teatro: è morta Rossella Serrato

  • Coronavirus, primo alunno positivo in Campania: chiusa la scuola

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

  • Bonus tiroide: di cosa si tratta e come fare per richiederlo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento