Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Qualiano

Appuntamenti on line, adescate e truffate oltre 400 persone: due arresti

Chi protestava per il pagamento anticipato andato a vuoto, veniva minacciato di pubblicazione della chat stessa sui social se non avesse versato altri soldi

Pubblicavano annunci su siti di incontri e quando qualcuno ci cascava, gli scrivevano che prima dell’appuntamento avrebbe dovuto versare il denaro su una carta prepagata. Chi era d’accordo pagava e vedeva sparire sia i soldi che l’interlocutrice della chat. Chi protestava per il pagamento anticipato andato a vuoto, veniva minacciato di pubblicazione della chat stessa sui social se non avesse versato altri soldi. Con questa tecnica avevano già adescato oltre 400 persone in poco più di un anno

Un uomo e una donna, entrambi già noti alle forze dell’ordine per estorsione, sono stati sottoposti a fermo dai Carabinieri della stazione quartiere 167. I due, ritenuti responsabili di estorsioni e minacce ai danni persone che avevano risposto ad annunci su siti di incontri, sono stati individuati e bloccati in un hotel sulla circumvallazione esterna nel territorio di Qualiano, in provincia di Napoli.

Il tutto, come accertato dai militari dell'Arma, avveniva da una camera d’albergo. I carabinieri sono risaliti ai due grazie alla ricostruzione dei versamenti effettuati su alcune prepagate che usavano il 28enne e la 33enne e li hanno individuati e presi nella stanza dell’hotel. Lì hanno anche rinvenuto e sequestrato 6 carte prepagate, 13 schede telefoniche di vari gestori, 700 euro in denaro contante, 5 telefoni cellulari e un laptop.

Nel corso delle perquisizioni domiciliari conseguenti hanno inoltre sequestrato al 28enne altre 4 prepagate e un libretto postale. Dopo le formalità sono stati associati al carcere dove il Gip, in sede di convalida, ha disposto che restino.

31-05-2019 - qualiano annunci-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appuntamenti on line, adescate e truffate oltre 400 persone: due arresti

NapoliToday è in caricamento