menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sindrome di Kawasaki (o simil Kawasaki): 5 i casi a Napoli

Non ha una relazione diretta della Sars-Cov-2, ma provoca reazioni iperinfiammatorie post infettive indotte dalla risposta immunitaria anomala

Sono 36 i nuovi casi Kawasaki della seconda ondata Covid. E non si registra alcun decesso. E' quanto emerge dall'ultimo studio sulla relazione Kawasaki-Covid.

"Stiamo raccogliendo i casi di sindrome Kawasaki e simil Kawasaki della seconda ondata di Covid e con quelli di Como sono in tutto 36 quelli di cui abbiamo avuto notizia da ottobre a oggi: 3 a Palermo, 5 a Napoli, 2 a Messina, 1 a Firenze, 1 a Perugia, 3 a Genova, 1 a Brescia, 2 a Padova, 1 a Reggio Emilia 3 a Torino, 8 a Milano, 1 a Bolzano, 1 a Rimini e 1 a Bari". Spiega all'ANSA Angelo Ravelli, segretario gruppo di studio di Reumatologia della Società Italiana di Pediatria (Sip) e direttore della clinica pediatrica e reumatologia dell'Ospedale Gaslini di Genova.

Metà hanno riportato i sintomi classici della Kawasaki, il resto invece una presenta sindrome infiammatorie multiorgano, simil Kawasaki, che interessa anche il cuore, provocando miocarditi pericolose. Non ha una relazione diretta della Sars-Cov-2, ma provoca reazioni iperinfiammatorie post infettive indotte dalla risposta immunitaria anomala.

SINDROME DI KAWASAKI: COS'E' E I LEGAMI CON IL COVID

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento