Estorce soldi ad un imprenditore: sindacalista finisce in manette

Le indagini, condotte dalla compagnia della Guardia di Finanza di Portici, sono scaturite da una denuncia. Il pizzo ammonta a 2.500 euro

Le Fiamme Gialle del comando provinciale di Napoli hanno arrestato un responsabile territoriale della sigla sindacale Uil trasporti di Pomigliano D'arco per aver estorto 2.500 euro ad un imprenditore di San Giorgio a Cremano, aggiudicatario, nel 2014, della gara di appalto relativa all'affidamento del servizio di gestione della sosta a pagamento su strada per il comune di Pomigliano D'Arco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagini, condotte dalla compagnia della Guardia di Finanza di Portici, sono scaturite da una denuncia. Il sindacalista avrebbe richiesto all'imprenditore di omettere il versamento dei contributi volontari dei 14 dipendenti ausiliari del traffico iscritti al sindacato che rappresentava, già trattenuti in busta paga per il periodo 2013-2016, e di dividersi in contanti, in parti eque, l'intero importo, ammontante a circa 6.000 euro, garantendo di provvedere alla distruzione delle deleghe in suo possesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • "Il virus sta perdendo forza. Possiamo guardare con ottimismo al futuro": l'intervista a Giulio Tarro

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento