rotate-mobile
Cronaca

Sicurezza dei turisti e movida: il nuovo piano della questura

In primo piano Decumani, il corso Umberto, le vie dello sgopping come Toledo e Chiaia, piazza Bellini, piazza del Gesù e San Domenico Maggiore dove la notte è molto forte la presenza di giovani davanti a baretti e locali

Su imput della Prefettura è stato varato nelle scorse ore il nuovo piano di sicurezza nelle zone della movida e maggiormente frequentate dai turisti in città. Come spiega l'Adnkronos, opereranno in sinergia la questura, il Comando provinciale dei carabinieri, il Comando provinciale della Guardia di finanza e la Polizia municipale.

LE ZONE - individuate i luoghi clou in base alle statistiche dei reati commessi dalla microcriminalità napoletana: scippi, rapine, furti, borseggi. La presenza delle forze di polizia in queste zone è stata rafforzata, al mattino in particolar modo quando sono frequentate da turisti e di sera, soprattutto nei fine settimana dalla cosiddetta movida. In primo piano Decumani, il corso Umberto, le vie dello sgopping come Toledo e Chiaia, oppure zone come piazza Bellini, piazza del Gesu' e San Domenico Maggiore dove la notte è molto forte la presenza di giovani davanti a baretti e locali.

FORZE DELL'ORDINE A LAVORO - Gli itinerari sono stati divisi tra agenti dell'ufficio di prevenzione generale, carabinieri, finanzieri e vigili urbani. Una maggiore presenza delle forze dell'ordine dovrebbe garantire maggiore sicurezza a cittadini e turisti. I controlli saranno anche nelle strade dove e' molto forte la presenza di auto e moto. Quindi non solo prevenzione per evitare scippi e rapine ma anche incidenti stradali e individuare giovani che si trovano alla guida di auto e moto con tassi alcolemici superiori a quelli consentiti oppure addirittura dopo avere assunto droghe.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza dei turisti e movida: il nuovo piano della questura

NapoliToday è in caricamento