rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Cronaca Poggioreale

Non fanno entrare più il figlio in casa: lui si arrampica al balcone e li minaccia

Necessario l'intervento dei Carabinieri

Un 35enne è stato arrestato per atti persecutori ai danni dei genitori. A denunciarlo la madre che si è recata in lacrime dai carabinieri raccontando che il figlio si era arrampicato da un tubo fino ad arrivare al balcone della loro casa, che si trova al secondo piano.

Questo perché sia lei, 70enne, che il marito erano ormai spaventati dalle continue minacce del figlio tossicodipendente, al punto tale da non permettergli più di entrare in casa.

I militari si precipitano sul posto dove trovano anche il marito - 80enne - terrorizzato. che piangendo racconta: “E’ da più di un anno che ci minaccia, ci chiede soldi per comprarsi la droga, non viviamo più”.

Il figlio, intanto, era ancora lì sul balcone. I militari hanno cercato di calmarlo ma il 35enne ha continuato ad urlare e a minacciare e per questo motivo hanno deciso di portarlo in caserma per stemperare la situazione. Dopo i vari accertamenti il 35enne è stato arrestato per atti persecutori. Ora recluso nel carcere di Poggioreale in attesa di giudizio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non fanno entrare più il figlio in casa: lui si arrampica al balcone e li minaccia

NapoliToday è in caricamento