Sgombero 48 prefabbricati a Pozzuoli, sale la tensione: interviene la polizia

Sul posto 200 agenti. I motivi dello sgombero

Alta tensione a Pozzuoli per il maxi sgombero di 48 prefabbricati. La polizia è intervenuta nell'esecuzione di un'ordinanza per strutture provvisorie che risalgono ai tempi del bradisismo, negli anni '80, ma che sono state poi occupate abusivamente da altre famiglie.

Per convincere i nuclei familiari ad abbandonare i prefabbricati situati in via Carlo Alberto Dalla Chiesa, sono intervenuti anche duecento agenti della polizia di stato e della polizia municipale.

L'ordinanza di sgombero è stata emessa dal sindaco di Pozzuoli dopo che accertamenti dell'Asl hanno evidenziato la presenza di particelle di amianto nelle pareti dei containers.

SCONTRI POLIZIA-RESIDENTI: BARRICATE E DONNE A TERRA /VIDEO

CRESCE LA TENSIONE/VIDEO

Gli abitanti non si rassegnano però a dover abbandonare le proprie abitazioni e hanno alzato le barricate. Diverse donne sono state colpite da malore, venendo soccorse in strada. I residenti lamentano che al momento non siano state predisposte alternative per risolvere l'emergenza abitativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

Torna su
NapoliToday è in caricamento