menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lotta alla pirateria: sequestrati migliaia di cd contraffatti

La Guardia di Finanza di Aversa per la lotta alla pirateria audiovisiva ed informatica: nuovo pesante colpo al mondo dello sfruttamento illecito dei diritti d’autore, sequestrati migliaia di cd contraffatti

Le Fiamme Gialle di Aversa, dopo il recente sequestro, in Trentola Ducenta, di una centrale di masterizzazione ubicata all’interno di un centro di noleggio film, hanno inferto un nuovo pesante colpo al mondo dello sfruttamento illecito dei diritti d’autore, sequestrando circa 1.500 dvd in un esercizio commerciale sito nel comune di Teverola.

L’attività in argomento è stata svolta congiuntamente dai finanzieri del Gruppo di  Aversa e della Compagnia di Marcianise che, controllando un distributore automatico di un negozio di noleggio di supporti audiovisivi, constavano la presenza di dvd che, destinati alla sola vendita, venivano invece posti in commercio con la formula del noleggio.

Il titolare dell’esercizio, per evitare che lo sguardo attento di qualche cliente potesse notare l’irregolarità, aveva opportunamente apposto il codice a barre di lettura del distributore proprio sulla scritta “Vietato il noleggio”, presente sul supporto magnetico. La normativa impone per i centri di noleggio di acquistare esclusivamente prodotti di cui è  possibile la rimessa al pubblico.

Il “furbo” esercente non si è limitato ad utilizzare questo piccolo escamotage ma ha contestualmente avviato una proficua azione di masterizzazione dei prodotti maggiormente appetiti sul mercato, riproducendo illecitamente sia giochi per consolle che film di recente visione.
All’interno del negozio è stata sottoposta a sequestro anche tutta l’attrezzatura necessaria, personal computer, masterizzatori e un hard disk esterno contenente i software già scaricati.


All’interno dei computer era presente una vera e propria bacheca pirata contenente in rigoroso ordine alfabetico n. 1.721 file di giochi, n. 1.768 locandine per dvd video, nonché n. 133 programmi vari per la masterizzazione. Il titolare del negozio è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere per violazione della normativa sulla fonografia audiovisiva ed informatica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento