menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Servizio lesivo dell'onore e inopportuno": il Pascale fa causa a Striscia la Notizia

Dopo il controverso servizio sul confronto tra il professor Ascierto e il prof. Galli, l'Istituto Nazionale Tumori ha deciso di chiarire la vicenda in tribunale

Finirà in tribunale la polemica generata da un servizio di Striscia la Notizia sul confronto televisivo tra il professor Paolo Ascierto e il collega Massimo Galli dell'Istituto Sacco di Milano. In una nota stampa, infatti, l'Istituto Nazionale Tumori Fondazione Pascale annuncia di aver querelato la trasmissione: "L’Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione Pascale e il prof. Paolo Ascierto esprimono innanzitutto la più viva gratitudine verso tutti coloro che in questi giorni hanno manifestato la loro solidarietà e vicinanza nei confronti del prof. Ascierto. Ringraziano profondamente tutti i medici e tutto il personale sanitario che con competenza, dedizione e spirito di sacrificio si dedicano e continueranno a dedicarsi encomiabilmente a fronteggiare l’emergenza in atto", si legge in una nota. 

Gerry Scotti: "Ascierto è un signore"

 "Ritengono il servizio su richiamato di “Striscia la notizia”, montato ad arte, gravemente lesivo dell’onore e della reputazione del prof. Paolo Ascierto e dell’Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione Pascale, oltre che del tutto inopportuno e inappropriato in relazione alla drammaticità del momento che si vive, denotando una mancanza assoluta di sensibilità, specie nei confronti dei medici impegnati in prima linea e di quanti, come il prof. Ascierto, sommessamente sperimentano trattamenti terapeutici e cure, peraltro con risultati positivi". La tutela legale del professor Ascierto e dell'Istituto Pascale è affidata all'avvocato Andrea Castaldo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Divano: a cosa fare attenzione prima di procedere all'acquisto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento