'Serenata' notturna per due bambine a Bagnoli, scoppia la polemica: "Nessuna autorizzazione"

I residenti lamentano musica fino all'una di notte e via Silio Italico bloccata abusivamente al traffico

È scoppiata una nuova polemica a Bagnoli, questa volta per il mini concerto tenuto sabato sera dal neomelodico Alessio nel corso dei festeggiamenti della prima comunione di due bambine del quartiere. Una cosiddetta "serenata" di cui molti si sono lamentati, sia per la musica – alcuni cittadini riportano sia durata fino all'una di notte – sia per la strada, via Silio Italico, bloccata al traffico.

Il presidente della X Municipalità a NapoliToday racconta di aver appreso di quanto avvenuto soltanto domenica mattina, e che l'evento non aveva alcun tipo di autorizzazione. "Non è possibile organizzare eventi del genere – spiega – senza permessi, sia in fatto di occupazione di suolo pubblico, sia in fatto di acustica".

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

"Per quanto ne so – prosegue Diego Civitillo – le forze dell’ordine sono intervenute e hanno sanzionato i responsabili. Il mio invito ai cittadini è di denunciare alle autorità situazioni di questo tipo, altrimenti chiunque può sentirsi in diritto di organizzare un concerto improvvisato in piena notte". "Domani – conclude il presidente della X Municipalità – si terrà un incontro in Prefettura sul tema 'movida' nel quartiere, che continua a causare disagi alla cittadinanza. Contestualmente farò presente anche quanto accaduto in via Silio Italico".

"Purtroppo le 'serenate' rappresentano un problema attuale – è il commento alla vicenda del consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli – un’abitudine indegna e vergognosa, tipica degli incivili che non hanno rispetto del prossimo e che pensano di avere il diritto per le loro feste di appropriarsi di pezzi di territorio quando gli pare e piace senza alcun permesso o autorizzazione di sorta. Non ha alcuna scusante chi, per allietarsi, crea disagi ad un intero quartiere, impedendo tra l’altro il riposo del vicinato e la libera circolazione. Occorre che lo Stato si riappropri del territorio".

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • Fusaro: riapre il frutteto borbonico. Toccherà quindi alla pista ciclabile

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

  • Sabbia in casa: come liberarsene

I più letti della settimana

  • Boato a Giugliano, esplode una villetta. Il sindaco: "Due feriti gravi"

  • Muore Annamaria Sorrentino: era precipitata dal terzo piano mentre era in vacanza in Calabria

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Possibile scambio Hysaj-Schick con la Roma?

  • Temporeggiava sulla soglia del portone: in manette giovane spacciatrice

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Bimba napoletana autistica interrompe il Papa, Francesco: "Dio parla attraverso di lei"

Torna su
NapoliToday è in caricamento