rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cronaca Pozzuoli

Vino sfuso con etichette taroccate: maxisequestro a Pozzuoli

Sono state sequestrate altre 2.153 bottiglie di vino non tracciabile e privo di etichetta e di documentazione identificativa in una cantina abusiva

I carabinieri di Pozzuoli hanno rinvenuto del vino sfuso di incerta provenienza, ma imbottigliato e con etichette false.

I militari dell'Arma sono arrivati alla cantina 'pirata' dopo aver fermato e sottoposto a controlli un furgone, trovandovi a bordo 450 bottiglie di vino non tracciabile, prive di etichetta e di documentazione di accompagnamento, e proceduto poi alle dovute perquisizioni.

La cantina abusiva era stata realizzata nell'abitazione del proprietario del furgone, un 37enne, nella quale lavoravano 2 uomini e una donna di nazionalita' ghanese e rumena. All'interno di essa sono state rinvenute 39 bottiglie di vino con il marchio falso di una azienda vinicola della zona e 55 etichette false. Inoltre sono state sequestrate altre 2.153 bottiglie di vino non tracciabile e privo di etichetta e di documentazione identificativa e 16mila litri di vino in cisterne, non tracciabile e senza documentazione.

L'uomo e la moglie 34enne sono stati denunciati per frode nell'esercizio del commercio, intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, contraffazione, alterazione e uso di marchi contraffatti e ricettazione. Sono state anche comminate sanzioni amministrative per 7.500 euro e il personale sanitario dell'Asl Napoli 2 Nord ha emesso un provvedimento di chiusura della cantina abusiva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vino sfuso con etichette taroccate: maxisequestro a Pozzuoli

NapoliToday è in caricamento