Acque reflue nelle fognature, sequestrate le piscine di un albergo a Ischia

Gli scarichi della pulizia dei filtri delle tre piscine sequestrate venivano immessi nelle fognature senza l'obbligatorio trattamento preventivo. La normativa in materia ambientale lo vieta

La polizia giudiziaria ha posto in esecuzione questa mattina un decreto di sequestro preventivo che riguarda tre piscine di un albergo di Forio d'Ischia. Il reato contestato è scarico di acque reflue industriali in fognatura in assenza di autorizzazioni (previsto dalla normativa in materia ambientale). Dalle indagini condotte dalla Guardia Costiera dell'isola è emerso che gli scarichi della pulizia dei filtri delle tre piscine non subivano alcun trattamento prima dell'immissione nelle fognature (che poi sfociano nei pressi del porto di Forio d'Ischia). 
IMG_3732-2
Queste acque sono assimilate ai reflui industriali secondo il D.P.R 227 del 2011. La Polizia Giudiziaria ha dunque eseguito il sequestro preventivo disposto dal GIP del Tribunale di Napoli, onde evitare la protrazione del reato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Magistris: "Se i contagi fossero stati concentrati al Sud ci avrebbero murati vivi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • Lutto nel mondo della canzone napoletana: addio a Nunzia Marra

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

  • Forti temporali in arrivo, la Protezione Civile dirama l'allerta meteo

  • Report su De Luca e sulla sanità in Campania: "Lo sceriffo si è fermato ad Eboli"

Torna su
NapoliToday è in caricamento