Clan Gallo: sequestro da un milione e mezzo alla moglie del boss

La Dia ha messo sotto chiave i beni di Annalisa De Martino, moglie di Giuseppe Gallo

Un milione e mezzo di euro. È questo il valore totale dei beni sequestrati ad Annalisa De Martino, moglie del boss del clan Gallo-Limelli-Vangone, Giuseppe Gallo. La Dia di Napoli ha eseguito il provvedimento emesso dalla Sezione misure di prevenzione del tribunale di Napoli a carico della donna in carcere a Rebibbia. Gli accertamenti della Dia hanno permesso di scoprire una enorme sproporzione tra i redditi dichiarati e le ricchezze accumulate nel corso degli anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I beni sequestrati 

Hanno deciso di sequestrare otto immobili, quattro terreni, le quote sociali di una Srl, 20mila euro e gioielli per un valore totale di un milione e mezzo di euro. Secondo gli investigatori la donna aveva accumulato le ricchezze grazie al proprio ruolo attivo all'interno del clan. Aveva la gestione delle casse del clan ed è accusata di associazione mafiosa a partire da un blitz datato 2009.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • "E' morto un nonno amorevole e molto conosciuto": nuovo lutto a San Giorgio per Covid-19

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 2 aprile a Napoli e provincia

Torna su
NapoliToday è in caricamento