menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nas di Napoli, sequestrate oltre 3.000 confezioni di farmaci

Il valore complessivo della merce sequestrata ammonta a circa 40.000 euro

Nell’ambito dei controlli relativi all’importazione e al commercio di specialità medicinali, gli uomini del NAS di Napoli hanno effettuato un accertamento coordinato con il personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli – Ufficio Napoli 2 – Sezione Distaccata di Nola.

Nel corso dell’ispezione gli operatori hanno sequestrato oltre 3.000 confezioni di farmaci, destinati all’esportazione, di proprietà di due diverse aziende specializzate nella vendita all’ingrosso di medicinali.

Il provvedimento è stato adottato in quanto i militari hanno appurato che le due società, in flagrante violazione della normativa di settore, avevano lasciato che i farmaci destinati allo sdoganamento fossero custoditi in un container inadeguato al loro trasporto, ovvero a temperatura superiore ai valori indicati sulle etichette, tanto da renderli di fatto guasti e/o imperfetti.

Durante i medesimi accertamenti, inoltre, i Carabinieri hanno scoperto altri 3.500 medicinali che, pur essendo destinati al commercio extracomunitario, non erano stati oggetto dell’annullamento del bollino adesivo con l’indicazione “esportazione”. Detti prodotti, saranno oggetto di apposito provvedimento di respingimento da parte dell’agenzia delle dogane. 

I responsabili delle società oggetto del controllo sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria. Il valore complessivo della merce sequestrata ammonta a circa 40.000 euro

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento