rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Cronaca Pianura

Sequestrata l'ex discarica di Pianura: "Bonifiche mai realizzate"

La procura ha iscritto nel registro degli indagati tre persone. Reati ipotizzati omessa bonifica e inquinamento e disastro ambientale

La Procura di Napoli ha chiesto e ottenuto dal Gip Maria Luisa Miranda il sequestro della ex discarica gestita dalla società Di.Fra.Bi. a Pianura, in un'area a cavallo tra Napoli e Pozzuoli. Il provvedimento è stato notificato dai carabinieri del Noe.
I reati contestati, a vario titolo, sono omessa bonifica e inquinamento e disastro ambientale.

Secondo gli inquirenti, il percolato della discarica di Pianura, nei decenni passati al centro di polemiche, si sarebbe potuto smaltire in soli quattro anni se l'azienda delegata avesse rispettato le disposizioni prefettizie del 30 gennaio 1996. Questo non è avvenuto e il liquido è ancora presente ed ha creato gravi danni.

Le persone iscritte nel registro degli indagati sono l'amministratore unico della società che ha ricoperto l'incarico tra il 10 giugno 1996 e il 26 luglio 2004, colui che ha assunto la stessa carica dal 12 marzo 2018 ad oggi, e il liquidatore e procuratore (che ha svolto entrambe le funzioni dal 4 luglio 2011 al 15 giugno 2016).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrata l'ex discarica di Pianura: "Bonifiche mai realizzate"

NapoliToday è in caricamento