menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Clan Zazo, sequestrati beni per circa 3 milioni di euro

A seguito di una complessa attività di indagine, tesa all'aggressione dei patrimoni di mafia, personale della Divisione Anticrimine della Questura di Napoli ha dato esecuzione al decreto di sequestro di beni emesso dal Tribunale di Napoli

A seguito di una complessa attività di indagine, tesa all'aggressione dei patrimoni di mafia, personale della Divisione Anticrimine della Questura di Napoli (Sezione Misure di Prevenzione Patrimoniali), ha dato esecuzione al decreto di sequestro di beni emesso dal Tribunale di Napoli - Sezione Misure di Prevenzione, ai sensi della normativa antimafia, nei confronti di Salvatore Zazo, arrestato a Barcellona nel gennaio del 2009 ed attualmente detenuto nel carcere di Secondigliano.

Le risultanze processuali delineano Zazo quale figura di vertice dell'organizzazione camorristica facente capo allo stesso, e quale emanazione del clan Mazzarella, operante nel quartiere Fuorigrotta in varie attività illecite.

Il decreto, emesso dal Tribunale di Napoli, in accoglimento di articolata proposta del Questore di Napoli, ha disposto il sequestro di beni risultati nella disponibilità di Salvatore Zazo e formalmente intestati a lui ed ai congiunti.

Oggetto di sequestro cinque magazzini ed un appartamento, tutti nella zona di Fuorigrotta, patrimonio aziendale e quote societarie di tre attività, sempre sul territorio di Fuorigrotta, quote societarie di due società, un'auto, una moto e 15 rapporti finanziari intrattenuti presso vari istituti bancari.

Il valore complessivo dei beni posti sotto sequestro ammonta a circa 3 milioni di euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento