rotate-mobile
Cronaca Afragola

Botti, una tonnellata di fuochi illegali sequestrati ad Afragola

La fabbrica clandestina e il deposito dei pericolosi ordigni avrebbero potuto causare ingenti danni alle persone ed alle case adiacenti in caso di esplosione. Arrestato un pregiudicato

La Guardia di Finanza di Napoli ha sequestrato nel centro di Afragola una tonnellata di fuochi di artificio ed oltre 50 chilogrammi di polvere pirica pronta per il confezionamento.

La fabbrica clandestina e il deposito dei pericolosi ordigni avrebbero potuto causare ingenti danni alle persone ed alle case adiacenti in caso di esplosione. Il responsabile, un pregiudicato 40enne di origine napoletana, è stato arrestato.

Erano migliaia i cittadini che, ignari, vivevano a stretto contatto con una vera e propria Santa Barbara. Tra le strutture del casolare, in parziale rovina, è stato individuato un opificio clandestino con annesso deposito di materiale esplodente.

Sono stati sequestrati oltre 7 mila tra fuochi d'artificio del tipo "cipolle" e "rendini" e 3 mila botti la cui commercializzazione e detenzione è permessa solo al ricorrere delle dovute autorizzazioni di pubblica sicurezza. Nella parte adibita a fabbrica, inoltre, è stato sequestrato un ingente quantitativo di materiale per la fabbricazione degli ordigni (micce, spaghi, cartoncini per il confezionamento e collanti), e oltre 50 chilogrammi di polvere pirica. (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botti, una tonnellata di fuochi illegali sequestrati ad Afragola

NapoliToday è in caricamento