rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca

Uomo dei Giuliano nel racket di Roma: sequestrati 30 milioni di euro

Le indagini, condotte tra il 2014 e il 2015, indicano per gli inquirenti la responsabilità sua e di altre due persone nell'ideazione e nella gestione di un sistema di usura

Sequestrato l'intero patrimonio di Patrizio Massaria, pregiudicato ritenuto vicino al clan Giuliano di Napoli, di Carlo Risso e Angelo Lombardi. I tre, di Ladispoli, erano stati arrestati nel 2015 per usura ed esercizio del gioco d'azzardo aggravato.

A compiere l'operazione, su disposizione della Cassazione, è stata la Dia di Roma.

Il valore dei beni è in totale di circa 30 milioni di euro. Le indagini, condotte tra il 2014 e il 2015, indicano per gli inquirenti la responsabilità dei tre nell'ideazione e nella gestione di un sistema di usura ai danni di cittadini ed imprenditori locali in crisi economica, molti dei quali col vizio del gioco d'azzardo.

I prestiti, a tasso usuraio, avevano interessi annuali in alcuni casi addirittura al 120%.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uomo dei Giuliano nel racket di Roma: sequestrati 30 milioni di euro

NapoliToday è in caricamento