Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Secondigliano

Colpo al clan Amato di Secondigliano: sequestrati beni per 2,5 milioni

Si tratta di due appartamenti, dieci auto, quattro moto e dieci tra conti correnti, libretti postali, depositi titoli e polizze vita. Ad eseguire il provvedimento, i Carabinieri del nucleo investigativo di Torre Annunziata

Carabinieri

Beni per 2,5 milioni di euro sono stati sequestrati dai carabinieri a Giuseppe Bastone, 31 anni, e a Ciro Natale, 43 anni, entrambi in carcere e ritenuti affiliati al clan camorristico Amato-Pagano di Secondigliano. Il provvedimento del gip del Tribunale partenopeo riguarda anche altre persone ritenute loro prestanome. Sono stati sequestrati due appartamenti, dieci auto, quattro moto e dieci tra conti correnti, libretti postali, depositi titoli e polizze vita.

Ad eseguire il provvedimento sono stati i Carabinieri del nucleo investigativo di Torre Annunziata con colleghi delle stazioni di Secondigliano e Marianella e del Battaglione Campania. L'attività investigativa è stata svolta nell'ambito delle indagini coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli, concluse con l'operazione del 7 novembre a Torre del Greco dove i Carabinieri del gruppo di Torre Annunziata hanno arrestato 48 persone ritenute affiliate ai clan camorristici "Falanga", "Di Gioia", a una frangia scissionista dei "Di Gioia", attivi a Torre del Greco, e al clan "Amato-Pagano" attivo a Secondigliano.


Si tratta di elementi della malavita organizzata ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, omicidio volontario, associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti e spaccio di sostanze stupefacenti, estorsioni e altro. (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpo al clan Amato di Secondigliano: sequestrati beni per 2,5 milioni

NapoliToday è in caricamento