Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Camorra, sequestro ai Casalesi: 13 mln di euro. Colpito il "re dei rifiuti"

Operazione 'Ferrari come back' in atto nel Casertano, nel basso Lazio e nel Padovano. Coinvolto Cipriano Chianese e un suo prestanome, Franco Caccaro, leader nel settore delle macchine per triturare i rifiuti

Agenti della Dia di Napoli e di Padova stanno eseguendo in queste ore sequestri di beni per 13 milioni di euro appartenenti al clan camorristico dei Casalesi nel Casertano, nel basso Lazio e nel Padovano. I provvedimenti sono stati emessi dal tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

L'operazione è stata denominata 'Ferrari come back' in riferimento ad un episodio accertato nel corso delle indagini. La Dia ha scoperto infatti che Franco Caccaro, prestanome di Cipriano Chianese, aveva cercato di acquistare dall'amministratore giudiziario nominato dal Tribunale per un precedente sequestro subito da Chianese stesso, due autovetture Ferrari, una 'Enzo Ferrari' ed una '360 spider', offrendo quasi un milione di euro pur di rientrarne in possesso. per conto di Chianese.

I beni sequestrati, consistenti in immobili tra cui ville di lusso a Sperlonga, abitazioni di pregio nel Casertano e capannoni industriali nel Padovano, sono stati sequestrati a Cipriano Chianese, 57 anni, di Parete, ritenuto secondo le indagini il 're dei rifiuti' del clan dei Casalesi, ed a un suo prestanome, l'imprenditore padovano Franco Caccaro, 49 anni, divenuto in pochi anni leader nel settore delle macchine per triturare i rifiuti, con sedi della sua società - la Tpa - a New York, in Brasile, Australia e Turchia. (fonte Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camorra, sequestro ai Casalesi: 13 mln di euro. Colpito il "re dei rifiuti"
NapoliToday è in caricamento