menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Camorra, maxi sequestro al boss degli Annunziata-Aquino

Sei conti correnti accesi in diverse banche della Campania, 12 unità abitative e 3 box auto, per un valore complessivo di 3,5 milioni di euro, sono stati sequestri ad Alfonso Annunziata

Alfonso Annunziata, detto "O Calabrese" e ritenuto capo del clan camorristico degli Annunziata-Aquino di Boscoreale si ritrova senza 3,5 milioni di euro: a tanto equivale l'ammontare dei beni che gli sono stati sequestrati ieri.

I militari hanno sequestrato sei conti correnti accesi in diverse banche della Campania, 12 unità abitative e 3 box auto. Il tutto è avvenuto in esecuzionedi una misura di prevenzione patrimoniale emessa dal Tribunale di Napoli al termine di indagini effettuate dalle forze dell'ordine tra il 2003 e il 2005. Gli investigatori hanno accertato che la disponibilità del denaro e dei beni immobili, alcune fittiziamente intestate a prestanome, erano frutto delle attività illecite di Annunziata. Due degli immobili sequestrati sono stati trovati nella disponibilità della figlia 30enne del malvivente.


Alfonso Annunziata è detenuto dal 2006 per traffico di stupefacenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento