Cronaca

Sequestrate auto e moto ad uomo vicino al clan Gionta

In totale gli è stato sottratto un patrimonio di 21mila euro. Gli investigatori lo ritengono legato ad un gruppo vicino ai “valentini”

Un’auto, una moto e la quota di una società sono stati sequestrati ad un pregiudicato di Torre Annunziata, C. B., 31 anni, ritenuto affiliato ad un gruppo criminale legato al clan Gionta. Ad eseguire la misura sono stati i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Torre Annunziata all’esito di un’attività di indagine patrimoniale a carico del 31enne che ha evidenziato la sproporzione tra i redditi e le attività economiche svolte dall’interessato, rispetto ai beni mobili di cui il medesimo e il suo nucleo familiare avevano la disponibilità, e la natura illecita del denaro utilizzato dall’interessato per l’acquisizione dei beni mobili sequestrati.

Il 31enne risulta inserito stabilmente nel gruppo criminale, collegato al clan Gionta, capeggiato da Giuseppe Cirillo e Raffaele Sperandeo, con la funzione di coordinare e dirigere le operazioni di acquisto dello stupefacente in Spagna ed Olanda per la successiva rivendita nel territorio nazionale. I beni sequestrati hanno un valore complessivo di circa 21 mila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrate auto e moto ad uomo vicino al clan Gionta

NapoliToday è in caricamento