Cronaca

Sequestrati 7 milioni di beni all'imprenditore "'O Zuppariello"

Del Gaudio, tra i leader del settore floro-vivaistico del meridione, è ritenuto dagli inquirenti affiliato al clan Cesarano di Pompei. Coinvolte società, terreni, Suv e conti correnti sia in Italia che all'estero

Beni mobili e immobili, per circa 7 milioni di euro, sono stati sequestrati dalla Dia di Napoli a Gennaro Del Gaudio, 51 anni, detto "'o zuppariello", imprenditore che è stato tra i leader del settore floro-vivaistico del meridione, ritenuto dagli inquirenti affiliato al clan Cesarano di Pompei. Coinvolte una ditta individuale, 2 società, 20 immobili, 12 autorimesse e 3 terreni a Pompei, un suv Bmw e 20 conti correnti sia in Italia che all'estero.


DAL COMUNICATO DELLA DIA - Del Gaudio è stato uno dei più importanti floricultori del comprensorio vesuviano, che aveva abilmente allacciato intensi rapporti commerciali con operatori olandesi e del nord Italia,  e che, sfruttando la propria appartenenza al clan CESARANO,  ha imposto  con modalità estorsive, il monopolio nella commercializzazione dei prodotti floro-vivaistici su buona parte del mercato nazionale dei fiori recisi e dei bulbi. Inoltre, avvantaggiatosi del vincolo di appartenenza al sodalizio criminale, era riuscito ad acquisire edifici residenziali a basso costo reinvestendo, così, le somme acquisite con l’attività “commerciale”. In particolare, le indagini hanno permesso di accertare che sia la ditta individuale intestata al DEL GAUDIO Gennaro che altre società, apparentemente lecite, ed a lui ricollegabili, non solo erano strumentali ad attività criminose  nell’ambito del settore florovivaistico ma anche in quello del trasporto merci su strada, oltre ad essere frutto di attività illecite quali estorsioni e usura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrati 7 milioni di beni all'imprenditore "'O Zuppariello"

NapoliToday è in caricamento