menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riciclaggio e frode, sequestrata maxi villa con vista a pregiudicato

I proprietari sono una cilentana ed il suo compagno di Napoli, accusati di aver riciclato con essa i profitti di una frode fiscale messa in atto tra Napoli e Agropoli

Una villa, con vista panoramica, è stata sequestrata nel territorio del Comune di Agropoli. I proprietari sono una cilentana ed il suo compagno di Napoli, accusati di aver riciclato con essa i profitti di una frode fiscale messa in atto tra Napoli e Agropoli.

L’operazione

Le fiamme gialle hanno scoperto che un noto pregiudicato napoletano avrebbe agito come amministratore occulto di una società coinvolta in un vasto giro di fatture false, i cui proventi sarebbero stati trasferiti sui propri conti a titolo di compensi in realtà fittizi.

La compagna dell’uomo, gravata da numerosi precedenti penali, sarebbe invece risultata beneficiaria, su una propria carta prepagata, di numerosi bonifici per stipendi relativi a un presunto rapporto di lavoro dipendente con un’altra impresa napoletana, secondo gli inquirenti anch’essa coinvolta nella stessa frode.

Inoltre la coppia, non avrebbe – a detta della procura di Vallo della Lucania – "avuto scrupoli di coinvolgere nell’operazione di riciclaggio anche la figlia di 10 anni", questo intestandole la villa. I due sono stati denunciati per i reati di riciclaggio e frode fiscale, ed il Tribunale ha già convalidato il sequestro eseguito dalla Guardia di Finanza di Agropoli.

La notizia su SalernoToday.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento