Inchiesta rimborsi Regione, il cardinale Sepe: “Pensare al bene della comunità”

L'arcivescovo di Napoli è intervenuto sui costi e gli scandali della politica a margine di un'iniziativa di Federmediterranea. “Il presente è difficile, bisogna agire per la comunità”

Crescenzio Sepe

“Esiste un dovere morale che è civico, umano, sociale, religioso di pensare al bene di tutte le persone, della comunità". Lo ha detto l'arcivescovo di Napoli, Crescenzio Sepe, in relazione alle inchieste che coinvolgono alcuni esponenti del Consiglio regionale della Campania e alla contestuale situazione di crisi che investe una fetta sempre più ampia della popolazione campana.

Sepe, a margine di un'iniziativa promossa da Federmediterranea, ha sottolineato quanto sia "veramente duro il momento presente a causa di una crisi che viene sì da lontano, ma che ormai abbraccia tutti e che colpisce soprattutto le famiglie e i monoreddito". Dal cardinale Sepe l'invito ad attuare azioni che mirino "a correggere molte cose". "Ognuno di noi - ha aggiunto - deve dimostrare di agire per gli altri, per la comunità, perché più cresce la comunità e più cresce il singolo". "Dobbiamo - ha concluso Sepe - arrivare a praticare questo dovere al di là di ogni credenza e ideologia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Sallusti ricorda Maradona: "Drogato, imbroglione, alcolista, sessista, evasore, comunista"

Torna su
NapoliToday è in caricamento