rotate-mobile
Cronaca Marano di napoli / Via Domenico di Somma

Tagli ai trasporti, la petizione di SEL Marano: "Provincia troppo penalizzata"

Il segretario Fanelli: "I cittadini di periferia e provincia considerati sempre di serie B". È possibile firmare ogni mercoledì dalle 18 alle 20 presso la sede del circolo in via Domenico Di Somma 30

Tagli troppo drastici al trasporto pubblico: Il circolo di Sinistra Ecologia e Libertà di Marano lancia una petizione popolare per opporsi all'eccessiva riduzione delle corse e alla soppressione di diversi autobus che ha penalizzato moltissimo la cittadinanza che vive a nord di Napoli tra periferia e provincia.

DOVE E QUANDO FIRMARE: "Ieri (domenica 16 settembre n.d.r.), con un banchetto in piazza, sono già state raccolte le prime 300 firme in pochissime ore - spiega il segretario cittadino Stefania Fanelli in un comunicato - ma i cittadini potranno continuare a firmare nella sede del nostro circolo - via Domenico Di Somma 30- ogni mercoledì dalle 18.00 alle 20.00".

I TAGLI E LA RICADUTA SULLA CITTADINANZA: "Tra i servizi essenziali al cittadino - spiega Fanelli - vi è quello del trasporto pubblico e nonostante questo la regione Campania ha provveduto al taglio del 30% con  la soppressione tra autobus, tram e circumvesuviana di 400 mila corse. A pagarne le dirette conseguenze sono lavoratori  studenti a cui non viene  garantita una vita dignitosa.  A tutto questo si aggiunge la decisione dell’AMN(Azienda Napoletana Moblità) di spostare il deposito del garrittone con conseguenze inimmaginabili soprattutto per i cittadini residente  a Nord di Napoli: ore di attesa alle fermate degli autobus poiché gli autobus dovranno arrivare dalla parte opposta della città.
Il dramma che sta investendo il trasporto pubblico non è terminato, ora anche un drastico taglio alle corse delle linee 162, 163, 164, 114, C41 , C62, C76, C79 poiché al comune di Napoli mancano i fondi per l’acquisto del gasolio nonché molti autobus sono sprovvisti di copertura assicurativa. C’è da dire che i cittadini delle aree periferiche della città e della provincia sono sempre considerati ancora una volta cittadini di serie B. Lo sviluppo del trasporto trasporto pubblico è un servizio essenziale che deve essere garantito a tutti i cittadini affinché vengano garantite pari opportunità per  una giusta ed equa vita sociale nonché condizione essenziale per uno  sviluppo  sostenibile per una   città come Napoli e la sua provincia".


"I sottoscritti cittadini chiedono al Sindaco di Napoli immediate risoluzioni poiché il caro vita , il taglio al welfare, stanno portando sull’orlo  di un baratro la vita  di migliaia di persone soprattutto le fasce deboli anziani, studenti, lavoratori" conclude il segretario cittadino.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagli ai trasporti, la petizione di SEL Marano: "Provincia troppo penalizzata"

NapoliToday è in caricamento