"Chiudo le scuole. Noi sindaci combattiamo a mani nude contro il Covid"

"Non me la sento di esporre i bambini e le famiglie crispanesi ad un rischio che ritengo ancora troppo alto", denuncia il sindaco di Crispano

Scuole chiuse fino al 4 dicembre a Crispano. A comunicarlo è il sindaco Michele Emiliano.

"Ho deciso di chiudere le scuole di Crispano fino al 4 dicembre. Ho emesso l’ordinanza (che trovate a questo link: https://docdro.id/Acdu4Xi) e ho atteso sino ad oggi perché ritenevo corretto non creare confusione e attendere le decisioni degli organi sovracomunali, generalizzati e che evitassero fughe in avanti a macchia di leopardo; Tuttavia al momento, non è arrivato alcun segnale in tal senso e ho deciso di intervenire. Questo perché la curva epidemiologica e l’indice di contagio, per quanto in miglioramento, non consentono ancora un ingresso negli edifici assolutamente sicuro; Una scelta che prendo con rammarico, ben conscio di quanto sia assolutamente sbagliato tenere i nostri ragazzi lontani dalle scuole, dai percorsi educativi e scolastici che formano e forgiano i cittadini di domani. Tanto si sarebbe potuto fare, tanto avrebbero dovuto fare gli organi di governo sovracomunale a tutti i livelli, pur di garantire la riapertura delle scuole ed evitare provvedimenti come quello che ho preso oggi. Ma noi sindaci combattiamo a mani nude e io, da padre e da sindaco, non me la sento di esporre i bambini e le famiglie crispanesi ad un rischio che ritengo ancora troppo alto. Speriamo possa essere l’ultimo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 18 al 22 gennaio (giorno per giorno)

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

Torna su
NapoliToday è in caricamento