A Portici, Ercolano e San Giorgio le scuole non riapriranno: la decisione dei sindaci

Fino al 28 novembre anche le scuole dell'infanzia, gli asili nidi e le prime classi della scuola primaria resteranno chiuse agli studenti dei tre comuni napoletani

I Sindaci di Portici, Ercolano,  San Giorgio a Cremano, valutate le condizioni relative al rischio di contagiosità nei propri territori, hanno deciso di sospendere le attività didattiche in presenza fino al 28 novembre. Non torneranno quindi a scuola gli alunni delle scuole dell'Infanzia (0-6 anni), asili nidi, nonché della prima classe della scuola primaria di tutti gli istituti pubblici e privati - così come era stato stabilito dalla Regione. Fanno eccezione le attività destinate agli alunni affetti da disturbi dello spettro autistico e/o diversamente abili, il cui svolgimento in presenza è consentito previa valutazione, da parte dell’Istituto scolastico, delle specifiche condizioni di contesto. 
 
Le attività didattiche delle scuole di ogni ordine e grado – sia pubbliche che private – si svolgeranno quindi ancora con modalità “a distanza”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

  • Campania zona gialla, ristoranti e bar con servizio al tavolo e al via i saldi invernali

Torna su
NapoliToday è in caricamento