rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca

Ufficiale, elementari e medie chiuse fino a febbraio: arriva l'ordinanza di De Luca

Da Palazzo Santa Lucia arriva la decisione

Dopo qualche ora dall'annuncio via social, arriva l'ufficialità: in Campania scuole elementari e media non riapriranno prima di febbraio. La deciisione è stata ufficializzata con una nota dalla Regione Campania che ha annunciato l'ordinanza - che contiene anche altre norme anti contagio - a firma del governatore Vincenzo De Luca. 

Il testo dell'ordinanza

Sull’intero territorio regionale, fatta salva l’adozione di ulteriori provvedimenti in conseguenza dell’evoluzione della situazione epidemiologica, con decorrenza dalla pubblicazione del presente provvedimento e fino al 29 gennaio 2022:

1.1. dalle ore 22,00 e fino alle ore 6,00 è fatto divieto di consumo di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico, ivi compresi gli spazi antistanti gli esercizi commerciali, le piazze, le ville e i parchi comunali;

1.2. sono comunque vietati affollamenti o assembramenti per il consumo di qualsiasi genere alimentare in luoghi pubblici o aperti al pubblico. E’ fatta raccomandazione ai Comuni e alle altre Autorità competenti di intensificare la vigilanza e i controlli sul rispetto del divieto di assembramenti, in particolare nelle zone ed orari della cd. “movida”

1.3. è disposta la sospensione delle attività in presenza dei servizi educativi per l'infanzia di cui all'articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, e dell'attività scolastica e didattica in presenza della scuola dell'infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado. Resta sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l'uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l'effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.?

Governo pronto ad impugnare l'ordinanza

Il governo è intenzionato a impugnare la decisione del presidente della Campania Vincenzo De Luca di tenere chiuse le scuole medie ed elementari. Lo si apprende da fonti di Palazzo Chigi. Per l'impugnativa, viene spiegato, è necessario un passaggio in Consiglio dei ministri.

Proprio al Governo si rivolgeranno anche alcuni genitori. NapoliToday ne ha parlato con Palmira Pratillo del coordinamento "Scuole aperte Campania". "Siamo in attesa dell’ordinanza per poter avere un quadro chiaro, ma qualora dovesse confermare la chiusura delle elementari e medie chiederemo l’intervento del Governo. Poiché la Campania va in una direzione diametralmente opposta rispetto al resto d’Italia e già lo scorso anno ha pagato un prezzo troppo alto in termini di danno didattici e psicofisico per bambini e ragazzi a causa delld decisioni prese dalla Regione e già bocciate più volte dal Tar. Come associazione agiremo in tutte le sedi opportune per ripristinare la legalità nella nostra regione", spiega Palmira Patrillo.

La decisione di rinviare il rientro in classe ha già trovato l'appoggio di diversi sindaci del napoletano e di ben 271 dirigenti scolastici della Campania che si sono dichiarati "incapaci" di poter gestire il momento. Ma per Palmira Pratillo la strada da seguire è una: "Va adottata la stessa soluzione che adottano nel resto d’Italia: applicare il protocollo scolastico nazionale, con tracciamento al tempo 0 e al tempo 5 in caso di positività. Solo i DS campani non sono quindi in grado di farlo?".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ufficiale, elementari e medie chiuse fino a febbraio: arriva l'ordinanza di De Luca

NapoliToday è in caricamento