Scuolabus, la protesta: "O ci aiutate o scompariremo per sempre"

Prosegue la mobilitazione dei 140 autisti dei pulmini gialli: "Con le scuole chiuse non lavoriamo, ma non abbiamo ricevuto nessun sostegno da Regione e Governo"

Continua la protesta degli operatori scuolabus della città di Napoli. La protesta continua a piedi e senza pulmini per mancanza di fondi per la benzina. "Costretti ad elemosinare sostegno per non morire - afferma il presidente di Assodiritti Carlo Di Dato - Fermati il 4 marzo con la chiusura delle scuole e condannati alla morte il 15 ottobre, dopo la riapertura per 3 settimane delle scuole in presenza. De Luca deve decidere: sostenere i 148 operatori oppure decretarne la fine. Questa mattina, nel corso del presidio organizzato presso la sede della Giunta Regionale a Napoli, in via Santa Lucia, saranno recapitate a De Luca le Autorizzazioni di tutti gli operatori. Decida se valorizzarle oppure ignorarle.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Fuga d'amore a Dubai per Tony e Tina Colombo: le foto bollenti

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Covid-19 e polmonite interstiziale, quando l’infezione colpisce i polmoni: l’intervista allo pneumologo

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Paura a Scampia, esplosione in un appartamento: fiamme devastano abitazione

Torna su
NapoliToday è in caricamento