menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola di formazione della Lega al Ramada, la protesta di Insurgencia

Momenti concitati stamane all'Hotel Ramada, dove si teneva un incontro della scuola di formazione dirigenti del Carroccio

Momenti di tensione, oggi, all'hotel Ramada, dov'era in corso la riunione della scuola di formazione della Lega per dirigenti della Campania e del Sud. Circa 50 attivisti di Insurgencia sono infatti entrata nell'albergo per contestare quanto stesse accadendo, ma si sono visti chiudere le porte della sala prima del loro ingresso.

Le proteste e l'arrivo della polizia

I manifestanti, sulla terrazza dell'albergo, hanno urlato slogan ed esposto diversi striscioni tra cui "Leghista terrone vergogna del Meridione". "In questa città non c'è spazio per chi ha fatto carriera politica prima calcando l'odio per il Sud, poi per gli immigrati - hanno spiegato alcuni ragazzi dei centri sociali - Non dimentichiamo gli slogan 'colerosi terremotati'".
Prima che i manifestanti andassero via è arrivata la polizia in assetto antisommossa, con la quale non si sono verificati scontri.

Cantalamessa (Lega): "Attacco intimidatorio"

"Ci chiediamo se il sindaco di Napoli condannerà l'attacco dei centri sociali contro la scuola di formazione politica della Lega dove partecipavano ragazze e ragazzi per bene, che volevano semplicemente saperne di più della politica del governo. Aspettiamo una risposta". Così Gianluca Cantalamessa, deputato e coordinatore regionale della Lega.

Nella sua nota Cantalamessa parla di "minacce dei centri sociali alle ragazze e ai ragazzi che hanno partecipato oggi alla seconda lezione della Scuola di Formazione della Lega tenutasi a Napoli". "Senza una precisa presa di distanza del primo cittadino, da soggetti che adottano azioni intimidatorie nei confronti di chi la pensa semplicemente in maniera differente - va avanti il leghista - è la conferma che ormai de Magistris è il sindaco dell'illegalità, degli immigrati clandestini, degli abusivi, di chi occupa senza titolo gli immobili e ancora, di chi attacca le forze dell'ordine trascurando le vere problematiche che vivono i tanti napoletani". "Esprimo la piena solidarietà alle ragazze e ai ragazzi, vittime di un attacco intimidatorio da parte di centri sociali", ha sottolineato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento