rotate-mobile
Cronaca

Scontri in autostrada tra ultras di Napoli e Roma, le possibili ipotesi di reato | VIDEO

Sarà il procuratore capo di Arezzo ad aprire un fascicolo d'inchiesta sui tafferugli avvenuti domenica nell'area di servizio di Badia al Pino, dopo aver attentamente visionato il rapporto redatto da parte delle forze dell'ordine intervenute sul posto

Sarà il procuratore capo di Arezzo, Roberto Rossi, ad aprire un fascicolo d'inchiesta sugli scontri tra ultras di Napoli e Roma, avvenuti domenica nell'area di servizio di Badia al Pino nell'aretino, dopo aver attentamente visionato il rapporto redatto da parte delle forze dell'ordine intervenute sul posto.

Diversi - scrive ArezzoNotizie - sono i reati che gli investigatori stanno ipotizzando nei confronti dei responsabili. Si va dall'interruzione di pubblico servizio all'attentato alla sicurezza dei trasporti. Accuse pesantissime che potrebbero comportare importanti sanzioni, amministrative e penali, per coloro che hanno preso parte a quella che, secondo le testimonianze, è stata una vera e propria guerriglia urbana. 

Già poche ore dopo quanto accaduto, gli agenti della Digos hanno provveduto all’identificazione delle persone che hanno partecipato agli scontri grazie anche alle immagini immortalate dall’impianto di videosorveglianza presente nell’area di servizio Badia al Pino est. I tafferugli hanno visto coinvolti circa 350 ultras.

ULTERIORI DETTAGLI SU AREZZONOTIZIE

Le immagini degli scontri

Alcune immagini degli scontri tra ultras pubblicate su Twitter dal Tgr Rai Toscana:

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri in autostrada tra ultras di Napoli e Roma, le possibili ipotesi di reato | VIDEO

NapoliToday è in caricamento