Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Scontri per gli aumenti Tares: 11 obblighi di firma

Durante la manifestazione di Giugliano, secondo l'accusa, alcuni facinorosi lanciarono delle pietre che ferirono cinque agenti

Proteste contro la Tares a Giugliano

La protesta di Giugliano contro gli aumenti della Tares avvenuta il 16 gennaio scorso, culminata con l'occupazione di alcuni locali della sede del Comune, ha portato i giudici a disporre le misure cautelari che prevedono 11 obblighi di firma per i manifestanti.

Durante la manifestazione, secondo l’accusa, alcuni facinorosi lanciarono pietre che ferirono cinque agenti. Ecco l’appello contro la Tares che fu lanciato su Facebook dal Comitato No Inceneritore di Giugliano: “L'attuale gestione dei rifiuti rischia di far aumentare ancora di più la Tares. Per evitare simili orizzonti bisogna pretendere una vera Raccolta Differenziata porta a porta, i commissari devono mettere in campo azioni di trasparenza e garantire gli interessi del popolo e non quelli dell’impresa. Ad oggi nessuno sa quale sia la percentuale e la qualità di raccolta differenziata raggiunta, nessuno sa se alla ditta vengano applicate o meno le penali previste dal capitolato. A queste e ad altre domande i commissari devono dare risposte e le devono dare direttamente ai cittadini mediante strumenti comprensivi e trasparenti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri per gli aumenti Tares: 11 obblighi di firma

NapoliToday è in caricamento