rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Scommesse con inganno: danno da 10 mln di euro

La banda composta da sette persone dirottava il flusso di giocate illecite degli scommettitori su un server parallelo rispetto a quello dei Monopoli di Stato. Indagini complesse

Un danno erariale di 10 milioni di euro per via di un flusso illecito di scommesse scoperto dai finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli che, su disposizione della Procura di Napoli Sezione Reati contro la Criminalità Economica.

Eseguite così due ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di un 51enne e un 55enne, oltre a cinque misure cautelari personali di obbligo di dimora. Sono tutti accusati di far parte di un'associazione per delinquere finalizzata alla gestione illecita di scommesse su eventi calcistici nazionali.

LA TECNICA - Contestato anche il reato di frode informatica in quanto, attraverso un sofisticato software, avevano realizzato un sistema che consentiva il dirottamento delle giocate degli scommettitori su un server parallelo rispetto a quello dei Monopoli di Stato. Tale dispositivo era installato attraverso easy-key sui personal computer in uso presso varie agenzie di scommesse campane permettendo all'associazione di sottrarre, attraverso un'articolata rete parallela, gli importi d'ignari scommettitori dal totalizzatore nazionale evadendo in toto le previste imposte statali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scommesse con inganno: danno da 10 mln di euro

NapoliToday è in caricamento