Cronaca

Scippo a Pompei: custodi pronti alle ronde per la sicurezza dei turisti

Dopo lo spiacevole episodio ai danni di due turisti americani parlano i lavoratori. La Cisl: rendere visibile la presenza dei custodi con divise e ronde di coppia nelle zone più affollate

Scavi d Pompei

Dopo la vicenda dell'anziana coppia di turisti americani scippati all'interno dell'area archeologica di Pompei, i sindacati dei lavoratori si dicono pronti ad organizzare delle ronde per la sicurazza dei visitatori.

Secondo quanto si legge su Il Mattino in un articolo di Gaty Sepe, il segretario Cisl per l'area scavi, Antonio Pepe, spiega che la cosa fondamentale è rendere visibile la presenza dei custodi, che si devono distinguere facilmente dai gruppi di turisti con "divisa e servizio di ronda in coppia nelle zone più affollate dell’area archeologica". Inoltre l'ingresso agli scavi (oltrepassato da un flusso enorme di persone ogni giorno, con punte che toccano i 20 mila ingressi nei periodi 'caldi') non è dotato di metal detector e il divieto di introdurre zaini o altro genere di bagaglio non viene quasi mai fatto rispettare.

Insomma manca un vero sistema di sicurezza: fattore di rischio, spiega il segretario, è anche la questione che riguarda le 180 videocamere previste dal nuovo piano sicurezza, che però non coprono l'area per intero, lasciando inosservate troppe zone.

Anche l'assessore regionale al Turismo Sommese, secondo quanto si apprende da Il Mattino, concorda con l'ipotesi di affiancare alle forze dell'ordine anche un servizio di volontari, almeno nei luoghi maggiormente affollati di turisti. L'assessore dichiara che la questione sicurezza è un nodo importantissimo per la salvaguardia del turismo che potrebbe essere una vera miniera d'oro per la zona e non solo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scippo a Pompei: custodi pronti alle ronde per la sicurezza dei turisti

NapoliToday è in caricamento