A Pompei ora scatta lo scippo all'interno degli Scavi

Ad una coppia di turisti americani scippato un marsupio: all'interno telefonini e una macchina digitale di valore. Caccia all'aggressore: sarebbe un giovanissimo

Non bastavano l’incuria e il degrado in cui versano gli scavi di Pompei. Ora anche la microcriminalità ha pensato bene di irrompere con un'azione compiuta da un giovanissimo, come segnalato sul Mattino da Susy Malafronte.

È di un paio di settimane fa  lo scippo ai danni di una coppia di visitatori statunitensi di 75 e 78 anni, mentre erano fermi nell’area del Teatro Piccolo. Il malvivente si è infatti avvicinato alla donna strappandole via il marsupio nel quale erano custoditi i telefonini e una macchina digitale di valore.

Secondo le ricostruzioni dei coniugi arrivati a Pompei in crociera, il protagonista dello scippo è un ragazzo tra i 16 e i 18 anni, che indossava un cappellino scuro con visiera.

Pare purtroppo che le telecamere non possano essere di ausilio in quanto quel punto non dovrebbe essere presidiato dall’occhio elettronico e dunque bisognerà cercare altre vie per risalire a individuare l’aggressore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Covid-19 e polmonite interstiziale, quando l’infezione colpisce i polmoni: l’intervista allo pneumologo

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

Torna su
NapoliToday è in caricamento