Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Taxi Napoli, addio intesa con il Comune: sciopero il 23 maggio

Protesta contro la decisione dell'assessore alla Mobilità, Anna Donati, di istituire un turno fisso al porto tirando fuori una vecchia ordinanza sindacale datata febbraio 2011

Taxi a Napoli © Tm NewsInfophoto

Addio intesa tra tassisti e Comune di Napoli. "Siamo lavoratori e chiediamo rispetto" è lo striscione apparso ieri mattina vicino al varco di uscita della stazione marittima. La protesta è contro la decisione dell’assessore alla Mobilità, Anna Donati, di istituire un turno fisso al porto tirando fuori una vecchia ordinanza sindacale datata febbraio 2011, firmata dalla precedente amministrazione e mai entrata in vigore. La protesta oggi si sposterà al nuovo Policlinico dove da tempo è stata cancellata l’area di sosta per i taxi e culminerà con lo sciopero della categoria fissato per il prossimo 23 maggio.

LA VICENDA - La protesta delle auto bianche è legata al nuovo turno imposto dalla Donati. Turno porto il nome, come spiega il Mattino. Su 1422 auto in servizio la mattina, almeno 300 dovrebbero girare intorno nell’area sbarchi, mettersi in fila ed attendere i passeggeri. Un turno di lavoro che così come è concepito non consente di lavorare altrove. In sostanza chi è di base alla Stazione marittima sia che arrivino le navi sia che non ci sia nessuno deve rimanere tutto il giorno nel luogo assegnato. I sindacati non ci stanno. Per questa ragione lo sciopero e l’invito alla Donati a rivedere la posizione. "Così non si può andare avanti - fa sapere Raffaele Serpico di Unimpresa - si tratta di un atto unilaterale, una ordinanza che non era entrata in vigore perchè non era stata concordata in Commissione consultiva dove siedono anche i rappresentanti sindacali, si tratta di un atto di arroganza che ha provocato una netta frattura tra l’amministrazione e i tassisti".


TAXI LOW COST - Il malessere della categoria riguarda anche le tariffe low cost. Con la nuova Ztl, ha sottolineato Ciro Langella di Consortaxi, "sono gli stessi utenti a non chiederla, con via Acton bloccata, via Depretis e piazza Municipio ingolfate le tariffe sono inapplicabili"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taxi Napoli, addio intesa con il Comune: sciopero il 23 maggio

NapoliToday è in caricamento