rotate-mobile
Cronaca Pomigliano d'arco

Stellantis Pomigliano, sindacato all'attacco: “Con le buone o le cattive riporteremo qui la democrazia”

Slai Cobas lancia un nuovo sciopero, questo per sabato 24 giugno. Le ragioni

Un duro comunicato è stato oggi pubblicato dal sindacato Slai Cobas, nell'annunciare un nuovo sciopero – in programma sabato 24 giugno, 8 ore per ogni turno di lavoro – alla Stellantis di Pomigliano.

“Non permetteremo all’azienda di scaricare ancora le sue 'magagne produttive' sui lavoratori: con le buone o le cattive riporteremo la democrazia in fabbrica a forte tutela dei lavoratori”, comincia la nota dei sindacalisti.

Slai Cobas lamenta “intollerabili le strategie aziendali di super sfruttamento dei lavoratori incrementando produzione e ritmi di lavoro a danno dell’insieme dei diritti e delle tutele”, ma interviene anche in favore dei lavoratori Rcl “resi invalidi dalle insostenibili modalità lavorative e tenuti da anni a sottosalario in Cigs con zero prospettive”.

Infine un duro attacco alle altre sigle sindacali. Non verrà consentito – spiega Slai Cobas - “che l’azienda possa scegliersi i suoi 'sindacati di comodo' per fare accordi sulla pelle dei lavoratori impedendo libere elezioni sindacali in fabbrica ormai da anni con la complicità attiva di tutti i sindacati, firmatutto o non”. “In appoggio alle mobilitazioni dei lavoratori in atto Slai Cobas avvierà nei prossimi giorni – proseguono – iniziative giudiziali a tutela della democrazia sindacale e dei lavoratori. Iniziative che (come le ultime che hanno riscritto in Italia il diritto antidiscriminatorio in favore dei lavoratori) puntano a sconfiggere la millantata rappresentanza sindacale del neo-sindacalismo giallo, firmatario e non, filoaziendale e di comodo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stellantis Pomigliano, sindacato all'attacco: “Con le buone o le cattive riporteremo qui la democrazia”

NapoliToday è in caricamento