rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023

Centinaia di lavoratori in piazza contro il Governo: "Ci rende più poveri"

Sciopero generale dei trasporti indetto dalla Cgil per manifestare il rifiuto alla manovra di bilancio: "Così crescono precari e divario Nord-Sud". In strada anche gli operatori della Sanità privata: "Da gennaio blocchiamo la riabilitazione"

Una piazza del Plebiscito così piena per uno sciopero dei lavoratori non si vedeva da tempo. Segno che la Finanziaria su cui sta discutendo il Governo ha scontentato molti. Lo grida a gran voce la Cgil che ha prolocamato lo sciopero generale dei Trasporti per manifestare il proprio rifiuto alla manovra in discussione in queste settimane. 

Ma in strada sono scesi anche altri settori, come i lavoratori della Sanità privata che, in Campania, vivono una situazione di estrema difficoltà: pur svolgendo lo stesso lavoro di chi è assunto dal Servizio sanitario nazionale, percepiscono paghe più basse che, ora, i centri convenzionati vorrebbero abbassare ulteriormente. Per questo motivo, minacciano di bloccare le cure riabilitative da gennaio. 

La manifestazione napoletana della Cgil ha visto la partecipazione anche di Francesca Re David, ex segretaria generale Fiom e membro della segreteria nazionale: "Bisognava fare scelte diverse: diminuire il precariato e invece sono ricomparsi i voucher; equità fiscale e invece ci sarà la flat tax; ridurre il cuneo fiscale del 5 per cento e invece i lavoratori non avranno altri soldi". 

Il segretario regionale Nicola Ricci assicura che con questa manovra il divario Nord-Sud crescerà: "Basti pensare che con la flat tax chi guadagna 25mila euro e chi ne guadagna 80mila pagherà la stessa aliquota: in Campania, lo stipendio medio e poco superiore ai 27mila euro annui. Questo Governo ha eliminato la proposta di salario minimo e introdotto la contrattazione di prossimità: vuol dire che in alcune zone del Paese, le più povere, si firmeranno contratti ancora più bassi". 

Per la Cgil siamo in un momento dirimente. Le scelte di oggi condizioneranno il futuro del Paese. E i presupposti non sembrano dei migliori. 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Centinaia di lavoratori in piazza contro il Governo: "Ci rende più poveri"

NapoliToday è in caricamento