Cronaca

Rifiuti non raccolti e caos trasporti, Manfredi all'attacco: "Scioperi intollerabili"

L'intenzione del neoletto sindaco è quella di aprire una nuova fase nel rapporto tra l'amministrazione e i sindacati

Hanno protestato anche loro, i dipendenti Asìa. Lo sciopero generale di ieri ha portato tra le sue conseguenze anche una raccolta dei rifiuti soltanto parziale, con cumuli di spazzatura – già dalla mattinata – ovunque in città.

Dalla municipalizzata fanno sapere di aver predisposto il piano di recupero straordinario del materiale non raccolto, ma non è potuto ancora partire visto che le 24 ore di braccia incrociate hanno toccato anche il turno della notte appena trascorsa.

"Una protesta dei dipendenti dell’Asìa e la città è ripiombata nell’incubo rifiuti. Un disastro annunciato. Parlerò con le aziende, questi scioperi sono intollerabili per i cittadini", ha commentato il neosindaco Gaetano Manfredi, il cui obiettivo è aprire una nuova fase di trattative con i sindacati del comparto pubblico partenopeo. Aperto, senza pregiudizi, ma con la manifesta volontà di non cedere a stop improvvisi del servizio come pure è capitato non poche volte – tra Asìa e soprattutto Anm – negli ultimi dieci anni.

Lo sciopero generale

La giornata di sciopero generale ha colpito come spesso accade soprattutto il settore trasporti. La Linea 1 ha funzionato comunque regolarmente (ad eccezione della stazione Quattro Giornate, chiusa), così come la Funicolare di Montesanto. Chiuse quella Centrale e quella di Chiaia, a singhiozzo i bus.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti non raccolti e caos trasporti, Manfredi all'attacco: "Scioperi intollerabili"

NapoliToday è in caricamento