rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
Cronaca Pompei

Scavi di Pompei senza mappe e guide. Turisti allo sbando

L'avviso all'ingresso della biglietteria: "No more maps". La richiesta di provvedere alla ristampa inoltrata alla Soprintendenza molto prima dell'esaurimento delle scorte

L'emergenza va avanti allo scorso luglio. Per i turisti che ogni giorno visitano gli Scavi di Pompei dopo aver pagato un biglietto di ben 11 euro, non ci sono mappe o guide che possano aiutarli nel percorso. Lo si legge all'ingresso della biglietteria. "No more maps". Un problema che, a quanto pare, riguarda anche gli Scavi di Ercolano.

Non bastessero dunque crolli e transenne, il sito archeologico più grande del mondo deve fare i conto anche con questo problema nonostante la richiesta di provvedere alla ristampa sia stata inoltrata alla Soprintendenza molto prima dell'esaurimento delle scorte. Come ha spiegato Antonio Pepe, responsabile della distribuzione ai punti informativi, la prima lettera è partita addirittura a gennaio. "Il contratto con la tipografia era scaduto il 31 dicembre 2010 e così, appena ci siamo resi conto che le copie in magazzino stavano finendo abbiamo allertato la Soprintendenza. E almeno altre due lettere, ad aprile e maggio sono state inviate per sollecitare l'avvio di un nuovo contratto con la tipografia, soprattutto in vista della stagione estiva, quando gli Scavi fanno il pieno di visitatori. Nelle lettere si segnalava anche la necessità di aggiornare le mappe includendo tra i siti visitabili le ultime domus restaurate e non segnalate, come quella del cantiere-evento dei Casti Amanti. La gara - si legge su Il Mattino - è terminata ad agosto e pare che la nuova tipografia riesca a consegnare il materiale per dicembre"

I turisti, ha sottolineato Pepe, hanno giustamente lasciato più di una protesta nel registro delle contestazioni custodito all'ingresso degli Scavi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scavi di Pompei senza mappe e guide. Turisti allo sbando

NapoliToday è in caricamento