menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pompei: chiusura a sorpresa degli Scavi con assemblea sindacale

Turisti e tour operator non avvisati dell'improvviso cambio di programma. Ai cancelli si sono formate lunghe file con tensioni. Assenti anche i cartelli alle biglietterie

Cancelli chiusi questa mattina agli Scavi di Pompei a causa di un'assemblea dei sindacati Fp Cisl, Filp e Unsa che si è riunita alle 9 e che dovrebbe concludersi alle ore 11. Disagi gravissimi per turisti e tour operator non avvisati dell'improvviso cambio di programma delle rappresentanze sindacali aziendali.

Ieri mattina sembravano scongiurate le due mattinate di chiusura degli Scavi: la Soprintendenza Speciale per Pompei, Ercolano e Stabia aveva scongiurato lo stop degli ingressi utilizzando del personale dell'Ales e molti custodi avevano disertato l'assemblea sindacale, garantendo la sicurezza delle domus aperte. Poi la "rottura tra sindacati e amministrazione" si sarebbe verificata questa mattina, a causa di dichiarazioni pubbliche del soprintendente Massimo Osanna.

Ai cancelli si sono formate lunghe file, con tensioni per il mancato annuncio, che solitamente precede la protesta. Mancavano persino i cartelli di avviso alle biglietterie.

GLI AGGIORNAMENTI -  Disagi e caos per quasi due ore per circa 2mila visitatori.  Il soprintendente Massimo Osanna ha poi aperto i cancelli dell'ingresso principale al sito aiutato da personale archeologico intorno alle 10.30.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Villa mozzafiato in vendita a Marechiaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento