rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Ischia

Ischia, fermato scafista tunisino: progettava nuovi viaggi su un gommone di tre metri

L'uomo, 48 anni, avrebbe condotto due connazionali da Kelibia a Pantelleria. Uno dei due ha rivelato poi le modalità di viaggio e il prezzo: 1700 euro pagati allo scafista. A Ischia l'uomo stava programmando nuovi viaggi per incassare fino a 20mila euro

I militari della Guardia di Finanza di Marsala hanno eseguito un provvedimento di fermo emesso dalla Procura di Marsala a carico di un tunisino indiziato di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. L'uomo, 48 anni con moglie e figli a Ischia, avrebbe organizzato e condotto, da scafista, un viaggio dalle coste tunisine a Pantelleria, con a bordo due connazionali. Uno dei due avrebbe poi rivelato il nome  dello scafista ai finanzieri di Marsala che l'hanno interrogato nell'hot spot di Trapani-Milo. Il migrante avrebbe pagato circa 1700 euro per un viaggio su un gommone di tre metri, con partenza da Kelibia (uno dei punti sulla costa tunisina più vicini all'Italia) e destinazione Marsala. 

Lo scafista sarebbe invece approdato a Pantelleria dopo 14 ore di viaggio. L'uomo è stato quindi raggiunto a Ischia, dove vive la famiglia. E' stato fermato e condotto al carcere di Poggioreale. Stava per organizzare nuovi viaggi, nei quali avrebbe ospitato più persone a bordo del gommone per incassare fino a 20mila euro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ischia, fermato scafista tunisino: progettava nuovi viaggi su un gommone di tre metri

NapoliToday è in caricamento